top of page

Gli Adas cambieranno le assicurazioni?


I sistemi di assistenza alla guida (Adas) potrebbero spingere gli assicuratori ad avvalersi del ricorso: la responsabilità potrebbe ricadere su chi garantisce il sistema? Ma questo non è l'unico problema


Le compagnie assicurative potrebbero voler cambiare le polizze per le auto munite di sistemi di assistenza alla guida avanzati. Gli Adas potrebbero cambiare la responsabilità in caso di incidente e ciò è dovuto alla crescente difficoltà nel determinare se un incidente è causato da un errore umano o da un malfunzionamento dell’Adas stesso.

Il rapporto annuale di Insurance Europe, che rappresenta gli assicuratori europei, ha infatti rilevato che sistemi (come il lane assist, il controllo adattivo della velocità e la frenata automatica di emergenza) potrebbero comportare il passaggio dalla tradizionale assicurazione di responsabilità civile per autoveicoli (MTPL) all’assicurazione di responsabilità civile del prodotto.


L’assicurazione cambia: è colpa del driver o dell’Adas?


Questo cambio di prospettiva potrebbe far sì che gli assicuratori facciano un uso crescente del diritto di ricorso per recuperare l’importo del sinistro dell’assicurato.



Questo perché, se è vero che il sistema di assistenza ha il potenziale di migliorare la sicurezza stradale, rilevando e reagendo ai pericoli, pone anche nuovi rischi se i conducenti diventano troppo dipendenti dalla tecnologia e perdono la concentrazione sulla strada.

Non solo: le riparazioni ai veicoli dotati di Adas sonopiù costose, a causa dei sensori che necessitano diricalibrazione dopo la riparazione.

Come risolvere la situazione? Con i dati: se le assicurazioni avessero accesso ai dati dei produttori potrebbero rilevare i comportamenti di guida scorretti e comprendere se e quando c’è stato un errore da parte dei driver, o un’anomalia nel sistema Adas.


Attualmente l’accesso a tali dati è difficile, poiché i produttori di veicoli utilizzano software proprietari e strumenti diagnostici per controllare ed estrarre i dati, limitando l’accesso dei fornitori di servizi di terze parti: a breve l’Unione europea dovrà discutere di una iniziativa legislativa per creare un ambiente sicuro ed efficiente per l’integrazione della tecnologia ADAS e garantire parità di accesso ai dati dei veicoli.


124 visualizzazioni

Comments


bottom of page